Skip to content

Dalla pedagogia mafiosa alla pedagogia civile

A cura di

Libera

Data di inizio

05/12/2019

Prezzo

€ 85.00

Descrizione

Il corso è rivolto a insegnanti e docenti delle scuole di ogni ordine e grado della regione Calabria.
Si svolgerà presso l’Università della ricerca, della memoria e dell’impegno “Rossella Casini” a Limbadi (VV).
Avrà una durata di 30 ore suddiviso in 5 moduli della durata di 6 ore che si svolgeranno a cadenza mensile a partire dal mese di dicembre.
I moduli saranno suddivisi in attività didattiche frontali dalle ore 10.00 alle 13.00 e laboratori dalle 14.30 alle 17.30.
E’ prevista una quota di partecipazione pari a € 85,00 pagabili con la carta del docente.

Il servizio comprende docenze, fornitura di dispense e altro materiale didattico, pausa pranzo (buffet).

Obiettivo

L’obiettivo è costruire un incrocio peer to peer tra educatori e docenti, sperimentare insieme tecniche educative che col tempo possano diventare “ordinarietà” in classe, immaginare e pensare in forma partecipata un nuovo ruolo educante della scuola. L’educativa del disarmo ha la missione di mettere in rete pratiche didattiche ed educative per disarmare i giovani attraverso la consapevolezza. Solo così prenderanno distanza da contesti e atteggiamenti violenti che incrociano e raccolgono tra scuole, famiglie e società; atteggiamenti che sono spesso generativi di fenomeni socialmente pericolosi: dalla violenza sulle donne, al bullismo, alle mafie.

Iscrizione

Il corso è rivolto a insegnanti e docenti delle scuole di ogni ordine e grado della regione Calabria tesserati a Libera. E’ possibile tesserarsi presso il presidio territoriale più vicino, oppure on-line .

E’ possibile iscriversi attraverso la piattaforma S.O.F.I.A. ed effettuare il pagamento della quota con la Carta del docente.  Codice iniziativa: 38520; Codice edizione 56466 . Le iscrizioni sono aperte fino al 2 dicembre.

Per chi non ha accesso alla piattaforma S.O.F.I.A. è possibile iscriversi richiedendo l’apposito modulo a calabria@libera.it 

Chi non usufruisce della Carta del docente, potrà effettuare il pagamento della quota direttamente durante la prima giornata di corso il 5 dicembre.

Programma

Il corso ha una durata di 30 ore suddivise in 5 moduli da 6 ore che si svolgeranno a cadenza mensile a partire dal mese di dicembre.
I moduli saranno suddivisi in attività didattiche frontali la mattina e laboratori nel pomeriggio.

 

Tutti gli incontri si svolgeranno con il seguente orario:

  • Prima sessione: h 10.00-13.00
  • Seconda sessione (laboratori): h 14.30-17.30 

Giovedì 5 dicembre 2019

  • Storia e natura delle mafie / Michele Albanese
  • Dalla pedagogia mafiosa alla pedagogia civile / Michele Gagliardo
  • Laboratorio / Michele Gagliardo + Umberto Ferrari

Giovedì 14 gennaio 2020

  • Una pedagogia di genere per una educazione di genere / docenza in via di definizione
  • Storie di donne contro la ‘ndrangheta e il progetto Liberi di Scegliere / Mimmo Nasone
  • Laboratorio

Giovedì 6 febbraio 2020

  • Uso sociale dei beni confiscati e la loro funzione educativa / Giovanni Serra
  • Le esperienze delle cooperative Libera Terra, i campi E!state Liberi! e i campi scuola residenziali / Umberto Ferrari, Raffaella Conci, Antonio Napoli
  • Laboratorio: Progettare percorsi sui beni confiscati / Umberto Ferrari, Giovanni Serra

Giovedì 5 marzo 2020

  • La scuola come laboratorio di cittadinanza attiva / Angelo Serio
  • Le esperienze di A Scuola di Open Coesione (ASOC), e Scuola Common / Ivonne Spadafora – responsabile comunicazione POR Calabria, Leonardo Ferrante – scuola Common
  • Laboratorio: ideazione di progetti di monitoraggio nella scuola / Leonardo Ferrante, Umberto Ferrari

Venerdì 3 aprile 2020

  • Il valore educativo della memoria e il suo potere narrativo / Elisa Crupi
  • L’impegno dei famigliari / Daniela Marcone
  • Laboratorio di scrittura creativa 

Per informazioni:

calabria@libera.it | 333 2417556

Gallery

Durata

30 ore

Data Inizio

5 Dic, 2019

Data Fine

3 Apr, 2019

Sede

UniRiMI

Città

Limbadi (VV)

Costo

€ 85

Corsi attivi