Skip to content

Chi Siamo

L’Università della Ricerca, della Memoria e dell’Impegno “Rossella Casini” nasce dall’esigenza di creare un luogo formativo per offrire l’opportunità di approfondire il fenomeno delle mafie ed in particolare della ‘ndrangheta, sotto diversi aspetti.

Un progetto dell’Associazione
San Benedetto Abate

L’ente gestore di UniRiMI è l’organizzazione di volontariato  “Associazione San Bendetto Abate”, nata a Cetraro e attiva dal 2007 per iniziativa di Don Ennio Stamile, già parroco della Chiesa Madre di San Benedetto in Cetraro, attualmente referente regionale dell’associazione Libera in Calabria. Diversi sono i suoi fini di carattere culturale, sociale e ricreativo.

In memoria di Rossella Casini

UniRiMI è stata dedicata alla memoria di Rossella Casini, vittima della ’ndrangheta

Il 2 giugno 2019 il Presidente della Repubblica, l’ha insignita della medaglia d’oro al valore civile con la seguente motivazione:

Studentessa universitaria fiorentina, legatasi sentimentalmente a un uomo rivelatosi successivamente esponente della malavita calabrese, pur consapevole dei gravi rischi, lottò tenacemente per convincere il fidanzato a troncare ogni legame con il mondo criminale, rivelando all’Autorità giudiziaria quanto appreso dallo stesso sulla cosca di appartenenza

Cos'è UniRiMi

L’idea di realizzare UniRiMI, nasce dall’esigenza di creare un luogo formativo per offrire l’opportunità di approfondire il fenomeno delle mafie ed in particolare della ‘ndrangheta, sotto diversi aspetti: quello storico, antropologico, sociologico, ecclesiologico, oltre che giuridico ed economico. 

 

Se è vero che la sfida per fronteggiare le mafie è innanzitutto culturale, è altrettanto vero che occorre creare dei “luoghi di sapere” che consentano una conoscenza con il metodo della ricerca scientifica, giornalistica e giuridica. Un sapere quanto più universale possibile, “da qui Università”, che coinvolga saperi diversi in continuo e fecondo dialogo tra di loro. Che sappiano mettersi in ascolto anche di quelle storie vissute dai Testimoni di giustizia, familiari delle vittime innocenti ed imprenditori coraggiosi che hanno saputo trasformare la loro sofferenza in “luoghi” di speranza diventando testimoni di bellezza.

 

Attraverso i Media si è quotidianamente tentati di lasciarsi trasportare dai luoghi comuni e dalle opinioni correnti che non solo allontanano dalla realtà mafiose in continuo mutamento, ma impediscono la formazione di quella coscienza critica che rende i cittadini sempre più responsabili della cosa pubblica. Capaci, quindi, di creare rete, di consumo critico, di pronunciare quei no secchi e decisi ad ogni forma di compromesso e di connivenze con il fenomeno criminale.

 

Per tale ragione si è deciso di realizzare all’interno degli immobili confiscati:

Centro di Ricerca

Un centro di ricerca e di approfondimento a livello Europeo sul fenomeno delle mafie in generale e della ‘ndrangheta in particolare, sotto il profilo, giuridico, economico, antropologico e sociologico che funga anche da centro di elaborazione dati.

Centro Studi

Un centro studi che permetta collegamenti stabili con associazioni, enti pubblici e territoriali, tribunali ordinari e per minorenni, università ed altri soggetti collettivi impegnati contro le mafie nei diversi settori civili e sociali, per la realizzazione di azioni volte alla promozione della cultura della legalità e di prevenzione dei fenomeni di criminalità e di illegalità diffusa.

Osservatorio Permanente

Un osservatorio permanente sul fenomeno della ‘ndrangheta che sia di ausilio a chi voglia studiare il fenomeno, in Italia o in Europa, fornendo dati, documenti e aggiornamenti costanti sulle mafie e sugli effetti socio-ambientali correlati.

Formazione per Professionisti

Un centro di alta formazione per professionisti (mediante attività didattiche riconosciute dai singoli ordini professionali-giuridico, antropologico-sociale, sanitario), giornalisti, docenti di scuola di ogni ordine e grado, operatori sociali, volontari qualificati che operano nel settore della prevenzione della devianza minorile e della lotta alla cultura della illegalità.

Formazione per Dipendenti

Un centro di alta formazione per dipendenti pubblici e privati sull’approfondimento del fenomeno della corruzione e più in generale dei delitti contro la pubblica amministrazione.

Gli Edifici

UniRiMI nasce da un progetto di valorizzazione e riutilizzo sociale di beni confiscati alla mafia.

EDIFICIO CENTRALE

CAMPUS

MENSA